di Paolo Manazza, da il Corriere della Sera, L’Economia, 24 luglio 2017

 

Le dieci opere più costose del semestre valgono da sole 587.289.218 dollari. Christie’s e Sotheby’s contabilizzano un giro d’affari pari a 5,7 miliardi di dollari. Tre sono quelli incassati dalla maison di Pinault , con un incremento del 14% sullo stesso periodo del 2016. Grazie al 35% della spesa globale, i buyer asiatici hanno raggiunto nuove altezze. Non a caso Christie’s negli ultimi anni ha lavorato molto per consolidare la sua espansione a Oriente. Non sono cresciuti solo i clienti asiatici, ma c’è stata anche una crescita del 90% nell’acquisto di Asian Art. Inoltre il 20%dei clienti che ha acquistato arte impressionista e moderna a Londra proveniva dall’Asia.

I lotti venduti sopra i 10 milioni di sterline sono stati 38 rispetto ai 14 del 2016. Il numero dei nuovi clienti che hanno speso oltre un milione (in sterline) è cresciuto del 29%. Unico dato in calo le «private sale» che hanno totalizzato 155,4 milioni rispetto ai 464 del primo semestre 2016. Mentre le vendite online hanno continuato ad attrarre un gran numero di collezionisti. In totale tra la piattaforma Christie’s Livetm e le aste solo sul web, i milioni di dollari raccolti sono stati 95,8. Da Sotheby’s il totale delle aste semestrale è stato di 2,7 miliardi di dollari (contro i 2,4 del 2016). Le vendite di Impressionist, Modern and Contemporary Art di Londra a marzo hanno realizzato 425 milioni di dollari, il 40% in più rispsetto al 2016.  A maggio tra le sedi di new York, Ginevra, Parigi e Londra in una sola settimana sono stati raccolti 816 milioni. Raggiunto anche il traguardo di due white glove sale (1005 di venduto) per aste dedicate a Diego Giacometti a Parigi (5,5 milioni di euro) e a Pablo Picasso a New York (10,3 milioni di dollari). Ma soprattutto la maison americana ha avuto il merito di aver venduto l’opera più costosa in assoluto del primo semestre: l’Untitled di Jean-Michel Basquiat.

Le prime tre posizioni del podio sono tutte di Sotheby’s. Al secondo posto un diamante. Il The Pink Star, di 59,60 carati, venduto a Hong Kong ad aprile per 71,2 milioni di dollari (nuovo record mondiale per un diamante e un gioiello in asta). Terzo posto per il luminoso Bauerngarten (59,3 milioni di dollari) che Gustav Klimt ha realizzato nello stesso periodo dei suoi dipinti d’oro e in particolare dell famoso ritratto dorato di Adele BlochBauer I.