Rosso Medardo (1858-1928). Biografia. Sculture in vendita.

Medardo-Rosso-sculture-venditaMedardo Rosso lasciò Torino,città natale, nel 1870 per seguire la famiglia a Milano. Dieci anni più tardi in occasione del concorso per il monumento a Garibaldi da erigere nella città di Pavia, presentò un bozzetto, rifiutato dalla giuria perché ritenuto troppo polemico e antiufficiale. Iscrittosi alla Scuola di Nudo e Plastica all’Accademia di Brera venne espulso a seguito della richiesta di utilizzare modelli viventi al posto dei manichini. Nel 1889 si trasferì a Parigi dove conobbe Zola, Edmond de Goncourt, Paul Alexis e Rodin. Sono di questo periodo Bambina che ride, Bambino malato, Malato all’ospedale, Uomo che legge etc. Nel 1890 partecipò all’Esposizione Universale di Parigi esponendo, dopo il rifiuto della commissione-giudicatrice italiana, nella sala di Segantini. Nell’occasione conobbe Etha Fles, membro della commissione olandese, grazie al cui intervento e interessamento espose negli anni successivi ad Amsterdam, a Rotterdam, all’Aja e a Berlino. Nel 1903 partecipò alla mostra della Secessione viennese. L’anno seguente espose al Salon d’Automne con Cézanne e Troubetzkoy. Nel 1910 a Firenze prese parte alla “Prima Mostra italiana dell’Impressionismo”, alla quale figuravano opere di Degas, Cézanne, Gauguin, Matisse, Renoir e Van Gogh. All’Esposizione Internazionale di Roma nel 1911 presentò tra le altre opere La portinaia, Ecce puer, Verso sera sul boulevard e Ragazza ridente. Morì a Milano nel 1928.

 

CATALOGO OPERE:  Se la fusse grappa! (Lo scaccino)
VUOI VENDERE O COMPRARE UN QUADRO DI QUESTO ARTISTA?