Macchiati Serafino (1861-1916). Biografia. Quadri in vendita.

Serafino-Macchiati-foto Serafino Macchiati nacque a Camerino nel 1861. Con la famiglia, giunse a Roma dove iniziò ad eseguire  alcuni  bozzetti di etichette policrome per bottiglie di liquore. Nel ‘79 espose alla mostra della Promotrice di Bologna un piccolo dipinto e  una scena raffigurante un gruppo; opera quest’ultima che gli valse l’ingresso alla Scuola di Nudo di Luigi Busi. Per il carattere libero mal si adattò, però, all’ambiente accademico. Tornò, dunque, a Roma dove collaborò al periodico “La Tribuna illustrata”, con alcune immagini, apprezzato da editori quali Sonzogno, Treves e Alphonse Lemerre di Parigi. Seguì l’incontro con Vittore Grubicy de Dragon che lo incoraggiò e lo finanziò, permettendogli di trasferirsi nel 1898 a Parigi. Qui affiancò all’attività grafica la pittura paesaggistica  di stampo impressionista. Nel 1901 partecipò al Concorso Alinari per la Divina Commedia con l’illustrazione completa di tre canti, uno per ogni cantica, e partecipò alla IV Biennale di Venezia con una serie di disegni acquerellati e con alcuni disegni a penna Nel 1913 offrì le sue illustrazioni , con quelle di Edoardo Dalbono e dell’amico scomparso Gaetano Colantoni, per i Racconti di Natale di Cordelia (Virginia Tedeschi), un libro per ragazzi edito da Treves. Nel 1922 la XIII Biennale di Venezia gli dedicò un’intera sala di ben trentadue opere, tra cui Giardino sotto la neve, Ciliegio in fiore, Lillà, Imbarcazioni sulla Senna, Il lavatoio di Anduze, La quercia e l’olivo. In quell’occasione la Galleria d’Arte Moderna della città di Venezia acquistò un’opera Paesaggio. Morì a Parigi nel 1916.


CATALOGO OPERE | VUOI VENDERE O COMPRARE UN QUADRO DI QUESTO ARTISTA?