X

Bartolena Giovanni, Viale all’Ardenza

Категория: Postmacchiaioli

Viale all’Ardenza, 1925 ca. 

 

olio su tavola, cm 27,2x35,2
firmato in basso a destra “Gio. Bartolena”


 





BIOGRAFIA |  VUOI VENDERE O COMPRARE UN QUADRO DI QUESTO ARTISTA?

 


 

L’opera ritrae uno scorcio del famoso viale dell’Ardenza a Livorno, oggi Corso Italia, luogo particolarmente apprezzato nel secondo Ottocento e ancor più amato agli inizia del Novecento come meta di ritrovo e in virtù delle lunghe passeggiate, a piedi e in carrozza, che era in grado di consentire. Tuttavia nel dipinto di Bartolena non c’è traccia di mondanità o di affollamento, mentre emerge una sensazione di solitudine in sintonia con l’apparenza selvatica e naturale delle tamerici che ancora oggi popolano il viale. Un'unica figurina, risolta secondo consueti canoni di indeterminatezza e grossolanità, siede su una panchina in un atteggiamento astante e contemplativo verso la distesa di mare che ha di fronte. Si avverte il legame formale con certi ritratti della secca e riarsa costa livornese realizzati da Fattori (si pensi a Tamerici all’Antignano, in M. De Micheli, Giovanni Fattori, Bramante, Busto Arsizio, 1961, tav. 26), tuttavia l’adozione di una materia pittorica grassa stesa confusamente e l’uso esasperato di una linea di contorno indeciso, quasi tremante, conferiscono all’opera un vago sapore espressionista coniugato con le tematiche tipiche della pittura toscana all’aria aperta del secondo Ottocento: in tal senso si può legittimamente instaurare un confronto con le opere di un pittore novecentesco di linea “riformista” come Arturo Tosi. Risulta significativa in quest’ottica anche la sostanziale scelta bicromatica che domina la superficie del dipinto, in gran parte orchestrata su un’armonia di toni ocra e terrosi nella quasi completa assenza del colore forse più amato da Bartolena per i paesaggi, ovvero il verde, laddove anche l’azzurro non possiede la brillantezza e l’intensità squillante che ci si potrebbe aspettare.
E. Querci, scheda in catalogo della mostra Padiglione Excelsior-Modenantiquaria, I Postmacchiaioli, Modena, 16-24 febbraio 2002, pp. 68-69, n. 31



Esposizioni

Tour Fromage, Musée des Augustins, Prima dell’Avanguardia. Da Fattori a Modigliani, Aosta-Tolosa, 14 dicembre 1985-26 gennaio 1986, 7 febbraio-31 marzo 1986, n. 15; Padiglione Excelsior-Modenantiquaria, I Postmacchiaioli, Modena, 16-24 febbraio 2002, n. 31



Bibliografia
G. Matteucci-R. Monti (a cura di), I Postmacchiaioli, Leonardo-De Luca, Roma, 1991, p. 162, fig. 260; E Querci, scheda in catalogo della mostra (Modena, 2002), pp. 68-69, n. 31

    back
torna indietro


 

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish.