X

Nono Luigi

Fusina 1850 – Venezia 1918

Nono-Luigi-vendita-dipinti-venetiLa naturale inclinazione al disegno, dimostrata sin da giovanissimo, spinse il padre ad iscriverlo all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Qui conobbe Giacomo Favretto con il quale instaurerà una lunga e fraterna amicizia.
Esordì nel 1871 alla Mostra dei saggi finali dell’Accademia con due tele, La Scala d’oro nel Palazzo Ducale e il coro dei Frari, molto apprezzate da Camillo Boito. Nello stesso anno il pittore veneto fu colpito da un grave lutto familiare: il più giovane dei suoi numerosi fratelli era morto annegato. Il doloroso evento segnerà inesorabilmente il Nono che, nei quadri successivi , esprimerà spesso questo sentimento di angoscia e di disperazione.
L’amore per la natura tuttavia gli consentì di ritrovare un po’ di sollievo soprattutto grazie ai frequenti soggiorni nel ridente paese di Polcenigo: sono di questo periodo La sorgente del Gorgazzo, Il ritorno dai campi e Verso sera a Coltura esposti nel 1873 a Milano incontrando il favore del pubblico e della critica. Negli anni successivi viaggiò molto visitando Firenze, Roma, Napoli, Vienna e Parigi, dove apprezzò l’opera di Barbizon e dei naturalisti francesi..
Dopo la morte del padre, nel 1879, visse soprattutto a Venezia partecipando attivamente alla vita artistica e culturale della città. Nel 1881 espose a Milano la celebre tela La morte del pulcino oggi conservata a Ca’ Pesaro mentre due anni più tardi presentò Refugium peccatorum alla Galleria nazionale d’arte moderna di Roma con il quale ottenne la medaglia d’oro.
Presente a numerose esposizioni nazionali ed estere, partecipò a tutte le Biennali veneziane.
Fu insegnante di pittura nell’accademia di venezia dal 1899 al 1917 , anno in cui fu chiusa a causa del conflitto miondiale. Continuò l’insegnamento a Bologna per un breve periodo ritornando poi a Venezia per morire nel 1918.

 

 



LE ECCELLENZE: Spannocchiatura a SottomarinaRefugium Peccatorum  |  VUOI VENDERE O COMPRARE UN QUADRO DI QUESTO ARTISTA?


    back
torna indietro


 

Questo Sito Web utilizza la tecnologia 'cookies'. Continuando ad utilizzare questo sito stai autorizzando l'utilizzo dei cookies.