Faldi Arturo (1856-1911). Biografia. Quadri in vendita.

Arturo Faldi nacque a Firenze il 27 luglio 1856. Frequentò la locale Accademia di Belle Arti seguendo i corsi di Michele Gordigiani e Giovani Muzzioli. Su suggerimento di Stefano Ussi, iniziò sin da giovanissimo a riprodurre soggetti storici e biblici. Tra le prime opere esposte nel 1878 alla Triennale dell’Accademia di Brera si ricordano: Giuseppe venduto a Putifarre (proposto a Firenze l’anno successivo e poi acquisito da un collezionista americano), Atirte che predice le prime vittorie a Sesostri (esposto l’anno dopo a Monaco di Baviera)e Faraone giudicato dal popolo, presentato insieme a La trecciaola al Salon di Parigi del 1881. Il successo riscosso da quest’ultima lo spinse ad abbandonare la pittura storico-biblica per dedicarsi a quella verista, basata sulla riproduzione della natura. Nel 1882 realizzò Nell’orto e Mi prendi in collo, inviandoli all’Esposizione della Società Promotrice di Belle Arti di Roma. Nel 1894 ottenne la cattedra di Figura all’Accademia di Belle Arti di Firenze, di cui  divenne direttore nel 1910. Sulla scia della raffigurazione della campagna fiorentina, sospesa in un’atmosfera di quiete e poesia, nel 1896 Faldi partecipò all’Esposizione Internazionale di Berlino con Inverno in Toscana, che gli valse la medaglia d’oro; l’opera venne esposta nuovamente alla Biennale di Venezia del 1897. Nel 1900 partecipò con Ave Maria al concorso Alinari dedicato all’iconografia mariana e, nel 1901, fu tra i membri della giuria del concorso per l’illustrazione della Divina Commedia. Morì a Firenze il 24 marzo 1911.

CATALOGO OPERE | VUOI VENDERE O COMPRARE UN QUADRO DI QUESTO ARTISTA?